Come funzionano i rilevatori di fumo?

Fumo a causa di un focolaio di fuoco può essere pericoloso per entrambe le vite di persone presenti nei locali, nonché i materiali e le attività sul cantiere stesso. Inoltre, il monossido di carbonio che può essere prodotto può essere abbastanza letale. Un modo affidabile ed efficace per rilevare il fuoco è quello di utilizzare un rilevatore di fumo. Ora diamo un'occhiata a come funziona questo dispositivo.

Funzionamento di un rilevatore di fumo ottico

Un rivelatore di fumo ottico è di solito installato sul soffitto, come il fumo di solito viaggia verso l'alto quando qualcosa comincia a bruciare. Come il fuoco genera gas caldi che sono più leggeri di aria ordinaria, cominciano a salire insieme a minuscole particelle di fuliggine e fumo. Il rilevatore di fumo ha una grande apertura sul fondo, che si apre nella camera di rilevazione. Un fascio di luce a infrarossi, invisibile, viene proiettato attraverso la camera da un LED o da una sorgente luminosa ad una fotocellula. La fotocellula è un rilevatore di luce elettronico. Questo genera energia elettrica fintanto che la luce cade su di esso.  Quando non c'è fumo, il fascio di luce è costante tra il rilevatore e il LED che indica che tutto va bene e l'allarme è silenzioso.

Tuttavia, nel caso di un'epidemia di incendio, il fumo entra nel compartimento e il fascio di luce viene interrotto. Poiché non c'è luce che cade sulla fotocellula, non viene generata alcuna corrente elettrica e viene attivato l'allarme.

Funzionamento di un rilevatore di fumo di ionizzazione

I rilevatori di fumo di ionizzazione lavorano su un principio completamente diverso rispetto ai rilevatori di fumo ottici e sono meno costosi.

Una camera di ionizzazione si trova all'interno del rilevatore che è pieno di ioni ed è aperto all'aria. All'interno della camera, un piccolo pezzo di materiale radioattivo, americio è posto, che emette particelle radioattive o alfa che entra nella camera di rilevazione. Questi si scontrano con le molecole di aria e sono convertiti in ioni con una carica positiva ed elettroni che sono caricati negativamente. Gli elettroni e gli ioni si muovono nei sensi opposti fra due elettrodi e causano una corrente fluire fra gli elettrodi e un circuito è completato.

Quando c'è un focolaio di fuoco, le particelle di fumo entrano nel rivelatore e bloccano la camera di ionizzazione. La corrente elettrica si arresta mentre le particelle del fumo si attaccano agli ioni. Il circuito è rotto e l'allarme è attivato.

Quando il fuoco viene messo fuori, il fumo si ferma e la camera di rilevazione si schiarisce, gli ioni cominciano a spostarsi tra gli elettrodi ancora una volta e il circuito si spegne e l'allarme si ferma anche.

Gli allarmi di fumo di ionizzazione sono migliori in caso di incendi fiammeggianti, mentre gli allarmi fotoelettrici forniscono una risposta più rapida agli incendi brucianti e lenti. L'opzione migliore sarebbe quella di scegliere un rilevatore di fumo che ha sia la ionizzazione così come Rivelatori fotoelettrici per coprire una serie di incendi e fornire una migliore protezione.

Oggi, i prodotti Cygnus stanno ridefinendo gli standard di sicurezza e i rilevatori di fumo Cygnus Top-of-the-range vanno un lungo cammino per garantire la sicurezza del cantiere e della forza lavoro.